Autunno, montagne, boschi, paesaggi: i colori che questo periodo dell’anno regalano possono essere uno stato dell’anima, riscoprendo la dolcezza malinconica di immergersi nella natura.
Siamo alle porte dell’autunno e l’ispirazione di un viaggio lento su una linea storica che è ferrovia alpina per eccellenza, la “Vigezzina-Centovalli” può essere il modo per attraversare una parte dell’alto Piemonte, partendo da Domodossola verso Locarno, sul Lago Maggiore.

Una ferrovia panoramica, dai vagoni bianchi&blu, che attraversa pianori e filari che richiamano la tradizione vitivinicola del Ticino, legata al vitigno del Merlot, sullo sfondo le cime dove è già caduta la prima neve: una ferrovia che, in circa due ore, si snoda lungo viadotti vertiginosi e gole, aprendo sguardi sui borghi in pietra della Valle Vigezzo, con Santa Maria Maggiore, centro principale della valle, dove non perdere il museo dedicato agli spazzacamino.
Una ferrovia bella, dove viaggiare diventa un divertimento, cogliendo anche l’opportunità dei biglietti “di libera circolazione” Vigezzina No Limits, che permettono di fare delle soste e poi riprendere il trenino.

È il bosco di queste valli alpine a rappresentare lo spettacolo del foliage, lasciando correre la mente ammirando questi colori e compiere passeggiate piacevoli: l’autunno incanta, con ritmi che diventano lenti e accompagnano l’animo del viaggiatore a cogliere la bellezza più intima dei luoghi.
Restando nei dintorni del Lago Maggiore un’occasione per rilassarsi e godere della tranquillità autunnale un’idea può essere quella di scoprire il Lago d’Orta, a Nonio,un tipico paese cusiano si trova il b&b La Torre di Nonio, ricavato in una casa nel centro del paese, recuperando il disegno originale mantenendo il tetto in piode e la facciata in pietra e legno. Da Nonio i sentieri si collegano a un giro molto bello da fare a più tappe denominato “Girolago” dall’Ecomuseo del Cusio e del Mottarone che passa attorno a tutto il Lago d’Orta e ai suoi paesi.

L’autunno è questo, un modo per riscoprire la malinconica bellezza di luoghi immersi nel silenzio e nel paesaggio, rallentando il tempo, cogliendo il gusto di ammirare la lentezza e l’immensità delle piccole cose. Un viaggio nella dimensione locale, dove il piacere è quello di prendere il tempo e farlo scorrere naturalmente.