La Valle dell’Amaseno, uno di quei territori che hanno mantenuto intatti gli aspetti che la rendono un patrimonio diffuso, dove ambiente, cultura e tradizioni rappresentano la forza e il carattere dei luoghi.

Per promuovere un sistema locale, composto da borghi, castelli, montagne, boschi e paesaggi, serve sviluppare la conoscenza e la consapevolezza di ciò che si possiede: fornire, alla comunità locale uno strumento efficace per innestare le idee che possono determinare la creazione di opportunità, concrete e innovative.

Qui, in questo laboratorio all’aperto, tutto ciò è stato possibile, nell’ambito del progetto “Smart Environments. Valorizzazione della ricerca e crescita del territorio negli ambienti intelligenti” in collaborazione con la Regione Lazio e con l’Università degli Studi di Roma Tre, permettendo la realizzazione del portale culturale www.valledellamaseno.it

Gli ingredienti giusti sono stati ricercati e messi nell’ordine esatto per comporre una piattaforma dove trovare informazioni, disegnare itinerari, mettere in relazione luoghi di interesse naturale, culturale ed etnico. Un progetto che ha visto intelligenze e passione collaborare tra loro, mettendo in condivisione l’idea che è da qui che si può partire per immaginare un futuro per la valle dell’Amaseno. Atlanti, mappe, libri e documenti sono stati rintracciati in biblioteche diventando la base per alimentare una mappa GIS capace di descrivere e narrare il territorio, creando intersezioni e immaginando paesaggi. Quell’aggettivo “smart” ha reso più intelligenti gli strumenti e l’organizzazione di un’idea di sistema che può diventare, realmente, l’occasione per promuovere la fruizione sostenibile e la modalità di conoscenza di un territorio, con le sue peculiarità e i suoi capisaldi.

La geografia diventa una materia viva, da usare quotidianamente, percorrendo mappe e sentieri, disegnando le opportunità di sviluppo.

Un’occasione da non perdere, per conoscere la rete di cammini che la Valle dell’Amaseno mette a disposizione, è l’incontro, di domenica 17 dicembre, a Maenza, uno dei castelli che rappresentano la bellezza e la storia di questi paesaggi incantati.

(grazie a Sara Carallo per la foto)